Giornata diocesana della Famiglia

Promossa dai diversi uffici diocesani si è svolta Domenica 22 Aprile a Macomer la Giornata diocesana della Famiglia, dal titolo “Dove due o tre…”.
Alla giornata hanno partecipato 10 giovanissimi, che hanno raggiunto Macomer in pullman insieme ai coetanei di Mara e Padria, 2 giovani e 7 famiglie che si sono spostate con le proprie auto.
L’invito rivolto ai bambini e ai ragazzi con i loro genitori, ai giovani e agli adulti ha visto, in diversi spazi della città, i gruppi coinvolti in varie attività che li hanno aiutati a delineare il tema secondo le rispettive capacità.

Durante la mattinata, per le famiglie (papà e mamma) e gli adulti, riuniti nel salone Castagna, sono stati offerti due contributi alla riflessione: dal Dott. Savino Pezzotta (ex segretario generale della CISL) con il tema “La famiglia e gli adulti nella società italiana a partire dal Convegno ecclesiale di Verona” e dal nostro Vescovo Mons. Giacomo Lanzetti con il tema “La famiglia segno di unità e di comunione per il cammino della diocesi”.
In contemporanea, i giovani si sono riuniti presso i locali del Liceo della Comunicazione delle Figlie di Maria Ausiliatrice e hanno riflettuto sulla figura del profeta Giona e sulla Infinita Misericordia di Dio vivendo un’esperienza articolata in tre momenti che hanno ripercorso il cammino di conversione del giovane profeta e la difficile, ma avvincente, impresa dell’annuncio del perdono.
Anche i ragazzi delle medie e delle elementari hanno approfondito, con l’aiuto di varie attività organizzate in diversi stand, il tema della famiglia realizzando dei piccoli lavori che hanno offerto durante la celebrazione liturgica.
La mattinata di lavori si è conclusa col pranzo al sacco. Dopo esserci rifocillati tutti in marcia verso lo stadio per la celebrazione della Santa Messa e la conclusione della giornata con un mega spettacolo organizzato della pastorale giovanile diocesana, dal titolo “dopo una lunga notte”.
E’ stata una giornata impegnativa e forse per le famiglie un po’ faticosa (specialmente per chi portava appresso bambini piccoli) ma molto bella e sicuramente da ricordate. Una domenica diversa dalle solite ricca di momenti di condivisione e all’insegna dell’amicizia.

Tony Calaresu

Questa voce è stata pubblicata in Chiesa. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un commento