Dal Comune riceviamo e pubblichiamo

Abbiamo sempre sostenuto, e a ragione, che Pozzomaggiore può vantarsi di aver regalato al mondo tante persone che si sono distinte in campo religioso, culturale, politico, civile, militare, tutti esempi da imitare. Ne siamo orgogliosi nel sentirci dire che Pozzomaggiore è il paese di Tizio, il paese delle tradizioni popolari rivisitate, il paese delle vie larghe e delle piazze, il paese del cavallo e dei cavalieri, del formaggio, dei coltelli artigianali, degli arazzi e chi ne ha…
Pozzomaggiore conserva il ricordo e ringrazia quanti hanno contribuito alla sua crescita, ma in particolare di quanti per poter conoscere noi oggi il benessere e la pace hanno immolato la loro vita per la patria. Ci siamo inchinati alla loro memoria nel corso della severa cerimonia del 4 Novembre ricordando i caduti di tutte le guerre e in ultimo il 10 Novembre celebrando solennemente la giornata della memoria, momento vissuto con grande commozione grazie anche alla memoria storica riportataci dalla mostra della brigata Sassari, ospitata nel museo del cavallo fino allo scorso 25 Novembre e visitata da migliaia di persone.
Tanto privilegio lo dobbiamo al comandante della gloriosa Brigata gen. Carlo Fortino, al sottosegretario alla difesa Emilio Casula, ma in particolare al curatore e direttore della stessa luogotenente Antonello Pinna, nostro concittadino, uno dei massimi conoscitori delle vicende della Brigata Sassari nel fronte di guerra. Grazie veramente a lui e a quanti hanno contribuito per la riuscita della manifestazione in particolare a Nadia Bonu, a Rina Rassu, a Piero Monagheddu, a Tottoi Mannu, ai vigili urbani, a Giorgia Pinna e ad Anna Marchesi. Mi terrà scusato chi non cito e a quanti hanno saputo apprezzare l’impegno in particolare dell’Amministrazione Comunale.

Significativa cerimonia nella sala delle Baleari del Comune di Pisa il giorno 24 Novembre per celebrare l’edizione pisana del Premio di poesia Giorgio Pinna, dedicata al compianto ing. Tinuccio Manca del quale è stato tracciato lo straordinario profilo umano e professionale.
La manifestazione è stata curata dal comitato promotore del premio presieduto dal poeta Antonio Maria Pinna, aiutato dalla dott.ssa Sarah Poddighe e voluta dall’Amministrazione Comunale e segnatamente dall’assessore alla Cultura Giorgia Pinna e con la collaborazione dell’associazione Isperas, del circolo sardo Grazia Deledda di Pisa che annovera fra gli iscritti molti nostri concittadini che vivono in quella splendida città.
La cerimonia ha visto succedersi negli interventi il presidente del circolo Deias, gli assessori del Comune di Pisa Storchi e Sardu, il sindaco di Pozzomaggiore, il poeta Antonio Maria Pinna, l’assessore Giorgia Pinna, il direttore dell’Unione Sarda dr. Gianni Filippini, la dott.ssa Tittina Maccioni, il prof. Simone Pisano, seguiti dalla lettura delle poesie premiate.
Penso che investire in cultura ci porti a considerare la capacità della cultura e della poesia di unire gli animi anche di persone di diverse regioni…

Qualche notizia sui lavori che andremo a realizzare a breve grazie ai finanziamenti ricevuti di recente: saranno separati alcuni chilometri di reti di illuminazione pubblica dalla privata e saranno realizzati nuovi punti luce; daremo inizio ai lavori di sistemazione della vecchia casa comunale; si procederà alla sistemazione del sagrato e della chiesa di San Giorgio, e del campanile; interverremo per migliorare la piazza Maggiore inferiore e superiore; realizzeremo con un 1.400.000 euro la rete del gas; costruiremo la piscina coperta comunale tra la scuola media e la palestra; sistemeremo strade esterne con l’importo di 230.000 euro e quelle interne per 80.000; completeremo l’ala bovini del mattatoio ed eseguiremo l avori per migliorare gli ingressi del paese.

Tonino Pischedda,
Sindaco di Pozzomaggiore

Questa voce è stata pubblicata in Cultura, Vita paesana. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un commento