Il generale Parpaglia ricordato con un convegno ed una mostra

Il 24 giugno scorso si è svolto, presso la Biblioteca Comunale di Pozzomaggiore, un importante convegno dal titolo “Il Generale Pietro Pinna Parpaglia, un servitore dello Stato“, seguito dall’inaugurazione di una mostra fotografica e documentale su questo grande personaggio pozzomaggiorese.
Il sindaco Tonino Pischedda, nel suo puntuale e articolato intervento, ha tratteggiato il ruolo di rilievo svolto dalla famiglia Pinna a Pozzomaggiore e dal gen. Pinna, sia come comandante di squadra aerea in Africa orientale che come alto commissario della Sardegna tra il 1944 e il 1949. Ha ringraziato per la fattiva collaborazione data all’organizzazione del convegno e alla realizzazione della mostra documentale e fotografica la bibliotecaria Carmela Piu e le collaboratrici Lucia Sechi e Maria Giovanna Pais.
L’assessore alla cultura Anna Marchesi ha ricordato che questo convegno ha avuto un contributo finanziario da parte della Regione Autonoma della Sardegna, ha ringraziato gli eredi Pinna Parpaglia che hanno messo a disposizione documenti e foto che hanno reso possibile la realizzazione della mostra fotografica e documentale, strutturata cronologicamente fin dalla partecipazione del giovane Pietro Pinna alla prima guerra mondiale. Ha illustrato inoltre la selezione delle foto più significative e il ruolo svolto dall’alto commissario della Sardegna.
La relazione scientifica è stata svolta dal chiarissimo professor Manlio Brigaglia, storico e comunicatore, che ha analizzato il ruolo e l’importanza di questo illustre pozzomaggiorese inquadrandolo storicamente nelle vicende storiche nazionali e regionali sia come militare sia come alto commissario. Ha ricordato inoltre nella sua articolata e brillante esposizione il ruolo svolto dal generale Pinna per l’eradicazione delle malaria in Sardegna.
Dopo l’intervento degli eredi del gen. Pinna si quindi proceduto con la visita guidata della mostra che potrà essere visitata nei locali della biblioteca comunale fino a tutto il mese di settembre.
All’importante evento culturale ha partecipato un folto e attento pubblico che ha manifestato apprezzamento e considerazione, atteggiamenti questi che stimolano l’Amministrazione Comunale a proseguire con una programmazione di eventi culturali di sempre alto livello.

Questa voce è stata pubblicata in Cultura, Vita paesana. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un commento