Brevi dall’Amministrazione comunale

Palio di San Pietro
Dopo anni di standby, presso il nostro prestigioso centro ippico, gestito con molta professionalità da Antonello Pinna, il Comitato di San Pietro ci ripropone, per il giorno 5 luglio, con inizio dalle ore 16, il Palio di San Pietro. Ringraziamo il Comitato per essersi adoperato in tal senso, augurando che la serata abbia un grande successo e la manifestazione possa essere riproposta negli anni a venire.

VIII mostra del coltello sardo
L’Amministrazione comunale, in collaborazione con il Maestro coltellinaio Paolo Calaresu, ha organizzato per il 19 e 20 luglio, nel Museo del Cavallo, l’ottava mostra del coltello sardo. Decine di espositori hanno già dato la loro adesione e aspettano la vostra presenza per ammirare le opere.

Piscina comunale
Intorno al 10 luglio riprenderà l’attività nella piscina comunale, gestita anche quest’anno dalla società di Giancarlo Leoni. Per maggiori informazioni in merito e per avere notizie anche sulle altre attività previste per l’estate, il programma delle manifestazioni estive sarà reso noto a breve, vi invito a rivolgervi presso gli uffici comunali e la ludoteca.

Il bilancio
Nell’ultima tornata utile dei lavori del Consiglio comunale abbiamo analizzato il cadavere del nostro povero bilancio dell’esercizio 2013. E’ stato un trapasso lento e doloroso, purtroppo nessuna alchimia contabile o interpolazioni lineari di matematica finanziaria hanno saputo allontanarlo dai vincoli legislativi e contabili, né hanno potuto ridargli vitalità. A nulla sono valse le premurose cure dell’amministrazione e dei bravissimi addetti al servizio finanziario, né tanto meno gli interventi rianimatori derivanti dai trasferimenti delle tasse effettuate dagli ormai dissanguati contribuenti.
Il rendiconto rappresenta il momento conclusivo del processo di programmazione. Il bilancio di previsione fornisce una rappresentazione preventiva delle attività pianificate dall’Amministrazione, esplicitando in termini contabili e descrittivi, le linee delle proprie azioni di governo, attraverso l’individuazione di obiettivi e programmi. Nello specifico si ritiene che gli obiettivi devono essere quelli di dare informazioni utili, al fine di evidenziare le responsabilità decisionali e di gestione, fornendo informazione sulle fonti e sugli impieghi in termini finanziari, sui costi dei servizi erogati e sulle entrate relative.
Quest’anno il conto del bilancio è stato portato all’approvazione del Consiglio comunale, senza la certezza dei trasferimenti dello Stato. Come sapete, il nostro Ente dal 2013 è soggetto alle norme sul patto di stabilità, le cui regole implicano risvolti sulle spese di investimento, in particolare imponendo limiti sui pagamenti, comportando una programmazione e una gestione più che complessa per un ente come il nostro.
Comunque i tetti di spesa sono stati rispettati. Il consuntivo 2013 evidenzia un importante avanzo di amministrazione che somma ad euro 491.571,77, che non potrà essere applicato neanche per l’ammortamento dei mutui, a meno che non venga allentato o, come auspichiamo, venga eliminato il vincolo del patto di stabilità. Pur sottomessi ai vincoli del patto e alle leggi di settore, abbiamo garantito il mantenimento degli interventi a sostegno delle famiglie in difficoltà e il livello dei servizi sociali, gli interventi per gli anziani e di diversamente abili. A sollievo della disoccupazione abbiamo dato migliaia di giornate di lavoro. Il bilancio 2013 è stato tenuto in perfetto ordine, con professionalità e rigore, razionalizzando la spesa, tagliando sprechi, intervenendo sapientemente dove necessario, in ossequio ad una politica di rigore mantenuta sempre in questi quattro anni di governo, con interventi intelligenti, osservanti i principi di una politica economica che ci ha consentito di portare a compimento anzitempo il programma amministrativo.
Ciò è stato favorito dall’impegno di tutti gli impiegati del Comune che ringrazio. Nel contempo do atto alla Giunta dell’impegno profuso, in tutti i settori di competenza, dall’Assessore ai Lavori Pubblici geom. Corongiu, all’Assessore alla Cultura Dr.ssa Marchesi, all’Assessore alle Politiche Agrarie Carboni, allo Sport Pinna e ai Servizi Sociali Santona che, nel corso della seduta, hanno svolto le loro relazioni consuntive e che incessantemente, insieme a tutti quanti i consiglieri, hanno lavorato per perseguire gli scopi programmati. Ma mi piace anche dare atto che la minoranza consiliare, in quest’anno di grosse difficoltà, ha collaborato prescindendo dalle posizioni contrapposte per costruire insieme il futuro del nostro bellissimo paese. Grazie.
Sono sicuro che orgogliosamente, prepotentemente, lavoreremo tutti insieme perché il sole torni a splendere nel nostro paese e del cadavere del bilancio 2013 non resterà niente, neanche nella nostra memoria, anche perché nulla è difficile volendo.

Tonino Pischedda,
Sindaco

Questa voce è stata pubblicata in Vita paesana. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un commento