Maggio: dedicato a Maria e allo Spirito Santo

Non poteva concludersi in modo migliore il mese di maggio che con la Solennità di Pentecoste, che ricorda la discesa dello Spirito Santo su Maria, gli apostoli e, quindi, su tutta la chiesa; giornata la quale ha visto anche 23 bambini della nostra parrocchia accostarsi per la prima volta al sacramento dell’Eucarestia.

Ed è questo uno dei momenti più importanti di una comunità che cresce e matura nella fede, nella comune unione con Gesù Cristo e i suoi fratelli.
Una comunione con fratelli vissuta in tutti i giorni di questo mese di maggio dedicato, in maniera speciale alla Madonna. La recita del Santo Rosario in modo comunitario in parrocchia, ha riscosso una sempre più numerosa e sentita partecipazione di fedeli. L’accostamento del rosario comunitario a quello recitato nelle varie zone del paese, è stata la novità di quest’anno. Novità accolta con tanto entusiasmo dalla comunità tutta, la quale con ansia ha poi atteso che la Madonna di Fatima, processionalmente arrivasse in ciascuna delle diverse zone, per poi recitare e vivere il rosario nelle famiglie, come in questi ultimi due anni ci si era abituati.
Credo, comunque, che l’insegnamento più rande di questo mese di maggio sia quello della riscoperta dell’essere comunità, che prega, vive la fede, i suoi misteri, il culto e la partecipazione attiva e sentita a quelle che sono le iniziative che il nostro parroco sempre propone con tanto entusiasmo.
Il suggello dell’essere comunità proprio nel giorno di pentecoste è il migliore auspicio, affinchè anche oggi scenda su di noi lo S. Santo, per far si che possiamo essere testimoni di Cristo ai nostri fratelli che quotidianamente incontriamo.

Gianni Calaresu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.