La Festa degli Incontri ACR, la festa di tutta l’AC

Domenica 5 Giugno più di 800 tra ragazzi e educatori dell’ACR, ma non solo, si sono ritrovati a Macomer presso le vecchie Caserme Mura per celebrare e festeggiare la Festa degli Incontri, il consueto appuntamento diocesano che segna la conclusione del cammino annuale dell’Azione Cattolica. Tra le tante parrocchie presenti, anche la nostra con 36 ragazzi, tra i 5 e i 14 anni, educatori, alcuni adulti e genitori dei bambini.
Questo perché da quest’anno la Festa ha assunto una nuova veste: infatti, non da soli gli ACRrini hanno vissuto questa bellissima giornata, ma a loro si sono aggiunti giovani e adulti di AC, e tantissime famiglie, tutti all’insegna dello stare insieme proprio per testimoniare che “INSIEME È + BELLO!”, come recitava lo slogan.
La giornata si è aperta con una ricca colazione offertaci dalla Parrocchia ospitante, e via si parte… Tutti i ragazzi della diocesi divisi in archi d’età hanno partecipato a giochi e attività ispirate ai 4 segni matematici: + “Crescere Insieme”; – “Fai la differenza”; × “Uno per tutti e tutti per uno”; ÷ “Chiamati a condividere”; per sottolineare che ciascuno di noi è una risorsa, ma per ottenere grandi risultati dobbiamo combinarci insieme, ed a questo servono le operazioni! Proprio su questi temi abbiamo riflettuto e lavorato con i bambini negli ultimi mesi, e i numeri hanno scandito le tappe dell’ultimo anno associativo a partire dall’Incontro Nazionale del 30 Ottobre, “C’È DI’ PIÙ”, dove abbiamo capito che il “di +” è in ciascuno di noi, e Gesù ci aiuta a scoprirlo per condividerlo e metterlo a servizio degli altri.
Mentre i ragazzi giocavano, adulti e genitori hanno potuto visitare alcuni stand allestiti apposta per loro dai vari settori dell’Associazione, per approfondire le iniziative portate avanti durante l’anno ed iniziare a programmare quelle future.
La mattinata è proseguita con un divertente spettacolo: giovanissimi animatori ci hanno intrattenuto con scenette comiche, esercizi da giocoliere, e ovviamente tantissime canzoni e inni dell’ACR; in quel momento anche le persone più timide si sono lasciate coinvolgere e hanno ballato con noi. E’ stato uno dei momenti più belli della giornata!
Nel pomeriggio circa 300 persone hanno partecipato all’appuntamento dedicato esclusivamente ai soci adulti e alle famiglie, un incontro di formazione presieduto dal nostro Vescovo Mauro, il quale, nonostante i numerosi impegni, ha celebrato anche la Messa; e la chiesa della Sacra Famiglia è stata festosamente invasa da tutti noi! Uno dei momenti più significativi della celebrazione è stato vissuto durante l’offertorio, quando è stato portato sull’altare un vaso pieno della terra proveniente da tutte le comunità parrocchiali, c’era anche la nostra, e in essa sono stati gettati dei semi, un dono simbolico da parte dell’ACR per il Vescovo, perché è chiamato e prendersi cura del nostro territorio e dei suoi frutti.
La giornata che abbiamo vissuto è stata un’occasione di festa ma soprattutto di confronto e arricchimento non solo per educatori e ragazzi, ma anche per tutti gli altri soci; infatti abbiamo potuto osservare, per la prima volta in maniera unitaria, che non siamo soli ad aver scelto il percorso in AC, e sicuramente questo ci servirà da incentivo per il prossimo anno.
La sorpresa più grande, però, sono state le famiglie che hanno condiviso l’esperienza con noi, con la speranza che in futuro possano essere sempre di più. Per questo vogliamo ringraziare le tante mamme che per tutto l’anno ci hanno affidato i loro figli e hanno creduto nell’ACR, ma un SUPER GRAZIE! a tutti ragazzi che il sabato pomeriggio, con entusiasmo e impegno, ci hanno seguito nelle varie attività proposte: questo è per noi uno stimolo a fare sempre meglio!
1 2 3 4 5 6…CIAO! A Settembre…

Gli Educatori ACR


Domenica 5 giugno a Macomer si è svolta la Festa dell’intera Azione Cattolica Diocesana e insieme ai ragazzi che vivevano la loro annuale Festa degli Incontri, erano presenti anche gli adulti di Ac che hanno trascorso una giornata particolare immersi nello spirito associativo. Una giornata in cui, dopo tanto tempo, ci si reincontrava come genitori, educatori, ex giovani di alcuni decenni fa. Una giornata nella quale anche gli adulti sono stati protagonisti.
La mattinata è trascorsa con la visita degli stand dedicati al Bene Comune, alla storia dell’AC, alla vita dei Movimenti Studenti (MSAC) e Lavoratori (MLAC), alla stampa associativa.
Dopo il pranzo comunitario, alle 15, è arrivato il momento più atteso: l’incontro col nostro Vescovo Mauro Maria. Partendo dall’ascolto del brano biblico dei discepoli di Emmaus, ci siamo immersi in una forte e penetrante Lectio Divina che ha evidenziato la gradualità della scoperta del Cristo. Come i due di Emmaus che, lasciati gli undici, si allontano da Gerusalemme ormai stanchi e incapaci di riconoscere il loro Maestro, anche noi spesso ci allontaniamo dalla luce, siamo incapaci di riconoscere Cristo in chi incontriamo nel quotidiano. Ma è proprio l’incontro con Cristo che riaccende il cuore dei due di Emmaus e da evangelizzati li trasforma in coevangelizzatori del Regno e li fa ritornare a Gerusalemme per raccontare agli altri l’incontro col Cristo, quel Cristo che avevano conosciuto vivo, che era morto e da Risorto ha rivelato di essere l’unico Salvatore.
L’incontro si è concluso con l’invito a riscoprire nei nostri cuori l’unico vero Salvatore e a divenire anche noi coevangelizzatori di questo tempo con l’esperienza della nostra vita, nella semplicità del quotidiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.