Visita della Madonna della Salute alle nostre famiglie

L’Anno Santo straordinario della Misericordia sta giungendo ormai alla sua conclusione. Ognuno di noi singolarmente sarà chiamato a fare le proprie considerazioni e soprattutto a prendere delle decisioni come frutto spirituale di quest’anno di grazia che ci è stato dato. Il Parroco ed il Consiglio Pastorale Parrocchiale hanno pensato a un evento un po’ straordinario che possa servirci per concludere in maniera forte questo periodo e che, nello stesso tempo, servirà come preparazione al pellegrinaggio a Fatima che si vuole organizzare in occasione del 100° anniversario delle apparizioni della Madonna ai tre veggenti Francesco, Giacinta e Lucia (17 maggio 1917).
Domenica 18 settembre inizieremo solennemente la “pellegrinatio Mariae”, che durerà fino a giovedì 20 ottobre.
Coloro che desiderano accogliere la Madonna nella propria casa, devono semplicemente farne richiesta attraverso un’apposita scheda che possono ritirare in parrocchia.
Tutte le sere, dopo la Santa Messa alle ore 18 nella Chiesa della Salute, il Parroco di giorno in giorno affiderà l’immagine sacra alle famiglie della comunità che ne hanno fatto precedente richiesta. Unica condizione posta è, naturalmente, quella di fare in modo che, in quei giorni benedetti, la famiglia si impegni a trovare un momento della giornata in cui pregare insieme come “piccola Chiesa domestica”, e accogliere coloro che vorranno farle visita.
Il Parroco giornalmente accompagnerà la statua nella casa stabilita, seguito dalla famiglia e da tutti coloro che vorranno partecipare. Nel momento in cui la Beata Vergine Maria entrerà in una famiglia verrà posta in un luogo già in precedenza preparato, possibilmente addobbato con fiori e candele accese. Il giorno successivo la famiglia provvederà a organizzare il rientro in modo tale che alle ore 18 la statua si trovi nella Chiesa della Salute.
Sarà sempre qualcosa di emozionante accogliere in casa propria per una visita l’immagine della Vergine della Salute; e ospitarla per un giorno diventa qualcosa di veramente impegnativo anche perché l’auspicio è che in quel giorno tutta la famiglia si ritrovi almeno una volta per pregare insieme.
Ogni famiglia sarà libera di organizzare incontri di preghiera come crede opportuno invitando soprattutto vicini e conoscenti. Durante tutto il periodo saremo invitati a pregare in modo particolare per gli ammalati e per le nostre famiglie.
È un grande dono che il Signore vuole farci; accogliamo questa occasione per rinnovare la nostra fede nel Signore e la nostra devozione alla Vergine Maria.
Ogni famiglia così diventerà un “Apostolo di Maria”.

Questa voce è stata pubblicata in Chiesa. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un commento