Per chi suona la campana?

Domenica 27 settembre u.s. durante la messa parrocchiale delle 9,30 in Parrocchia c’è stato un battesimo particolare: è stata infatti battezzata una nuova campana chiamata Edvige (come ricordo e vanto della nostra concittadina Edvige Carboni che, speriamo presto, sarà portata agli onori degli altari).
Hanno fatto da madrina le 4 persone di Pozzomaggiore che portano il nome Edvige (Casule Edvige, Calaresu Edvige, Corongiu Paola Edvige, Meloni Edvige). Inoltre nella campana abbiamo fatto incidere “anno Santo Giubileo 2000”.
Sarà perciò veramente una campana storica e piena di grande significato.

La nostra Chiesa parrocchiale è così ora fornita da 3 campane e precisamente da un Sol di 485 Kg., da un Do di 205 Kg. e da un Mi di 100 Kg. Sarà così un concerto completo e armonico che allieterà ulteriormente le nostre feste paesane.
La campana è stata sempre segno di gioia e sentirle suonare rallegra il nostro animo…
Ma da sempre la campana ha anche indicato una chiamata particolare, la “chiamata di Dio”. Dio che raduna il suo popolo, lo convoca… Il Padre che chiama i suoi figli perché con loro vuole conferire…
Il suono delle campane deve perciò necessariamente predisporre il nostro animo alla “risposta” generosa e repentina alla chiamata di Dio, deve riempire di gioia ed entusiasmo il nostro animo e sentire il desiderio di ritrovarci con i fratelli per ascoltare, lodare e ringraziare il Signore…
La campana suona per tè…!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.