La Caritas e la sua presenza nel paese

L’attività del nostro gruppo Caritas prosegue senza soste. I suoi componenti, giunti al numero di trenta, alle tante iniziative avviate negli anni passati, ne hanno aggiunta un’altra: in obbedienza al precetto visitare gli infermi e a imitazione della Madonna che volle soccorrere la cugina Elisabetta in un momento delicato della sua vita, proprio in questo mese mariano, hanno dato l’avvio alle visite alle persone anziane, sole o ammalate.

Il gruppo Caritas, conoscendo la realtà del paese di Pozzomaggiore che conta, purtroppo, un gran numero di persone costrette a letto dalla malattia o a rimanere a casa per l’età avanzata, si divide in 12 gruppi composti da due persone ciascuno e, periodicamente, si sposta nelle varie case. L’incontro avviene in un clima di serenità e di calore cristiano che non può non far del bene a chi dà e a chi riceve.
Lo scambio di due chiacchiere, l’esortazione ad accettare cristianamente la sofferenza, la solitudine o la vecchiaia, la consegna del nostro mensile parrocchiale Comunità e la recita di un’Ave Maria darebbero l’impressione di essere poco, ma la gioia delle persone che aprono o fanno aprire la propria porta alla visita, testimonia che così non è.
Un’altra iniziativa in cantiere è data dalla organizzazione di una pesca di beneficenza per i prossimi 6 e 7 luglio, festa di San Costantino. Il ricavato sarà utilizzato per tutte le altre iniziative che il gruppo Caritas si prepara a mandare avanti ed attivare dal prossimo autunno.

Le responsabili del gruppo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.