Maria Regina

Oggi è un po’ di moda coronare Miss per vari titoli, eleggere regine e reginette del cinema e dello spettacolo in genere.
Ma il gesto che noi pozzomaggioresi abbiamo fatto alla Madonna non è certamente per essere alla moda…
E’ un atto dovuto in quanto suoi figli devoti e per di più è un atto che Dio ha fatto subito con la sua creazione eleggendo Maria a madre e regina di tutto il genere umano.

Ed è così che con grande gioia e commozione giovedì 28 settembre u.s. tutta la popolazione di Pozzomaggiore e tanta gente dei paesi vicini si sono stretti davanti alla statua della madonna della Salute che veniva, da sua eccellenza Mons. Antonio Vacca, coronata nostra Regina.
Perché abbiamo voluto Maria come nostra Regina?
Prima di tutto per la sua squisita bellezza e fisica ma soprattutto spirituale. Maria è la tutta bella, la tutta santa; colei che da parte di Dio ha avuto tutte le attenzioni perché doveva essere la mamma di Gesù e quindi la corredentrice del genere umano.
E’ quindi più che doveroso che anche noi su Maria riversiamo tutte le nostre attenzioni ed il nostro devoto amore.
Inoltre Maria è la Madre di Dio e la madre nostra… e chi non desidera che la propria madre sia coronata Regina?
– Regina dei nostri cuori: a lei dobbiamo offrire noi stessi, la nostra vita, il nostro impegno di cristiani. Dal suo sguardo e dal suo amore dobbiamo lasciarci prendere, lasciarci guidare.
– Regina delle nostre famiglie: è lei che deve regnare nelle nostre case, lei dobbiamo guardare, lei dobbiamo imitare. Ogni famiglia cristiana deve essere orgogliosa di poter dire: Maria regna nella nostra casa, è lei che ci guida e ci protegge.
– Regina del nostro paese: che bello poter dire: Maria è la nostra Regina. Il nostro paese è sotto la sua protezione; per noi tutti non c’è persona al mondo più importante di lei.
Questi sono i motivi che ci hanno spinto a mettere sul capo di Maria una corona impreziosita non solo dal metallo d’oro e dalle perle preziose, ma soprattutto dal nostro affetto e dalla nostra devozione filiale e sincera.
Questi sono i motivi che hanno spinto tutto il paese a stringersi attorno a Maria per la solenne incoronazione e la stupenda processione che ha sfilato in alcune vie del paese.
E’ stata una grande testimonianza di fede popolare, con la presenza anche di tanti forestieri, una testimonianza viva ed entusiasta che ha impressionato tutti noi, anche i più scettici.
Alla Messa di incoronazione, presieduta dal Vescovo, e concelebrata da tutti i Sacerdoti di Pozzomaggiore e da alcuni della Forania, hanno partecipato tutte le autorità cittadine ed i vari gruppi esistenti nel paese come segno tangibile di unione e di condivisione di questo evento che rimarrà a perenne ricordo dell’Anno Giubilare del 2000. La parola paterna del Vescovo ci ha incoraggiati e spronati a custodire sempre gelosamente il nostro amore per Maria e a guardarla come nostro modello di vita cristiana.
Altrettanto solenne è stata la processione durante la quale abbiamo voluto testimoniare pubblicamente la nostra gioia nel riconoscere Maria quale nostra Regina. Una folla immensa vi ha partecipato assieme ai Gremi Piccapietre e Beata Vergine Madonna della Salute di Sassari e ad alcune Confraternite dei paesi vicini.
La conclusione della processione è stata anche allietata da una cascata di fuochi d’artificio piazzata sulla facciata della Chiesa e che ci ha fatti veramente sentire tutti un cuor solo e un’anima sola con Maria, nostra madre e Regina.
Grazie o Maria della gioia che ci avete dato.
Grazie a coloro che hanno offerto la corona (l’Obriere ed una ammalata).
Grazie a tutti coloro che hanno collaborato per la riuscita di questa stupenda manifestazione di fede.

P. Quintino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *