Operazione scatoletta

Come sappiamo, la scorsa settimana sono stati con noi 3 missionari della Comunità Missionaria di Villaregia. Nel loro incontro con i ragazzi da poco cresimati, Padre Giacomo, Betty e Magy hanno proposto al gruppo di dedicarsi alla raccolta di cibi in scatola per le missioni. I ragazzi avendo visto nei filmati la vita di tanti bambini di strada riconosciuti solo da Dio, spesso uccisi perché scomodi, ma con tanta voglia di cambiare vita (spesso un sogno che per alcuni diviene realtà grazie ai missionari), senza esitare hanno accolto la proposta della raccolta di viveri.

Con tanta gioia e tesserino di autorizzazione del parroco alla mano, venerdì hanno attraversato quasi tutte le vie del paese per consegnare il volantino contenente l’invito a donare cibi in scatola per le missioni. Poi Sabato si è svolta la raccolta con lo zaino in spalla, casa per casa i ragazzi hanno percorso le diverse zone del paese, anche se qualche via è stata sacrificata per mancanza di tempo.
Che dire!!! Un’iniziativa lodevole, ma soprattutto un impegno grande ed entusiasmante da parte dei ragazzi. Sì, sono loro i protagonisti, loro che come piccoli aquilotti hanno deciso che era ora di spiccare il volo verso l’alto per provare l’ebbrezza di raggiungere le vette più alte.
E in questo loro volo hanno coinvolto tante altre persone, il loro entusiasmo ha attirato anche gli amici, che hanno fatto di tutto per aiutare nella raccolta e nel volantinaggio.
I viveri raccolti insieme a diversi indumenti sono stati consegnati ai missionari sabato 28 ottobre. Sul mezzo dei missionari venuto appositamente da Quartu sono state sistemate le diverse scatole che alcuni dei ragazzi hanno preparato nella giornata di giovedì. Un lavoro davvero impegnativo, ma allo stesso tempo divertente e ricco di soddisfazioni.
Un grazie a tutti non solo ai ragazzi ma anche ai genitori che gli hanno sostenuti in questa iniziativa. Un grazie a chi ha dannato e anche a chi non ha collaborato oppure ha solo mormorato accusando la parrocchia, mettendo in dubbio l’arrivo dei beni alle missioni o sottovalutando il lavoro dei ragazzi stessi.
Grazie di cuore a tutti ma soprattutto a voi ragazzi che avete consumato le vostre energie, i vostri cellulari, la miscela e le scarpe rientrando sfiniti nelle vostre case. Bravi ma ora non pensate troppo a quello che vi hanno detto o vi diranno, statene pur certi questa volta avete fatto centro. Volate sempre più alto!!! Auguri e buon proseguimento col gruppo.

Tony

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.