Un bel viaggio a nord-est

Domenica 31 Maggio, ci ritroviamo insieme ad un’allegra comitiva di gitanti, pronti ad attraversare il mare e sbarcare in continente!…
Sotto il Monte è la prima tappa del nostro viaggio: qui è nato e ha trascorso la sua infanzia Giovanni XXIII. La casa natale conserva una dignitosa ed austera povertà tipica della famiglia contadina; questi luoghi, molto cari al Papa buono, ispirano un senso di pace e invitano al raccoglimento il pellegrino.
Si prosegue per Peschiera, accogliente cittadina sul lago di Garda. L’escursione in battello ci regala la visione della severa rocca di Sirmione con il suo Castello Scaligero che ricorda ancora oggi l’antico borgo medioevale e le Grotte di Catullo di epoca romana.
L’indomani si fa tappa a Gardaland per trascorrere una spensierata e allegra giornata tra giochi e divertimenti e ritornare così un po’ tutti bambini…
Verona è la meta del terzo giorno di viaggio: una guida competente ci accompagna per le vie del centro storico, tra antiche strade romane e residenze signorili, sino all’immancabile visita della casa di Giulietta, dove il tempo sembra essersi fermato. Una foto ricordo sul balcone e via a visitare l’Arena, celebre anfiteatro romano, costruito agli inizi del I° sec. d.C.
In seguito si parte verso Vicenza presso il Santuario di Monte Berico che dal colle domina la città. La costruzione della chiesa è legata all’apparizione della Madonna che intorno al 1400 fece cessare l’epidemia di peste. Qui padre Quintino celebra la S. Messa in una atmosfera di raccoglimento e devozione.
L’altra tappa prevede la visita della città di Venezia. Dalla bellissima piazza S. Marco, accompagnati dalla guida, seguiamo un itinerario particolare e suggestivo che ci porta verso la parte più antica e meno nota, fra i canali e le calli della città lagunare.
Più tardi, in battello, andiamo a visitare l’isola di Murano, rinomata per la lavorazione artigianale del vetro. In una fabbrica tradizionale osserviamo l’arte della soffiatura del vetro e portiamo a casa dei graziosi souvenir come ricordo.
L’ultimo giorno siamo a Padova. Di buon mattino, ci ritroviamo nella Basilica del Santo, raccolti in preghiera col nostro Parroco che concelebra la S. Messa. Infine, ciascuno di noi si accosta con devozione all’Arca del Santo, insieme ai numerosi pellegrini che quotidianamente vi si recano a pregare.
Si conclude così un bel viaggio, che ha dato la possibilità a tutti noi, non solo di vedere dei posti stupendi, ma di condividere con altri momenti di riflessione, di preghiera, di serenità e svago.
Ringraziamo padre Quintino per l’organizzazione ineccepibile sotto ogni aspetto, la presenza discreta, ma attenta, verso ciascuno di noi.
Da evidenziare anche la disponibilità dimostrata da Fabio, che ci ha sempre accompagnato con grande cortesia.

Pierina e Pierino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.