Il C’è di + dei ragazzi e dei giovanissimi dell’Azione Cattolica

Partita a giugno più come una scommessa, l’idea di organizzare una carovana parrocchiale per partecipare all’incontro nazionale dei ragazzi e dei giovanissimi dell’Azione Cattolica è diventata presto realtà, grazie all’entusiastica adesione dei genitori con i loro bimbi, e dei giovanissimi. Così ci siam ritrovati in 46 a vivere due splendide giornate a Roma: la prima ci ha visto nella mattinata a san Pietro per l’incontro con il santo Padre ed il pomeriggio a Villa Borghese ed a Piazza del Popolo per le attività dei settori; la seconda, invece, principalmente dedicata alla visita alla città.
Un’esperienza significativa ed entusiasmante, anche considerati i numerosi commenti positivi dei partecipanti. E tutto questo nonostante la fatica e le numerose difficoltà affrontate che, se non altro, hanno contribuito a rendere più coeso un gruppo che, per la verità, fin dalla sua partenza sembrava conoscersi da sempre. E peccato che queste giornate siano trascorse così in fretta…
Cosa resta ora del C’è di +?
Sicuramente la consapevolezza, ed il coraggio, che nel nostro cammino di fede non siamo soli, ma che le gioie e le fatiche del credere sono condivise tra i Battezzati; ma anche la responsabilità, duplice, e che da quel battesimo deriva, di essere da un lato sostegno per i compagni di viaggio che ci tendono la mano, e dall’altro partecipi e protagonisti, nella Chiesa e nel mondo, annunciando la speranza portata dal Risorto e spendendoci per il bene comune.

Davide Meloni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.