Dalle tasse a facebook, le novità dall’Amministrazione

Tasse e tributi
L’Amministrazione comunale, nel ricordare ai contribuenti che il 31 gennaio è scaduto il termine per il versamento della seconda rata relativa alla TARES 2013, invita tutti coloro che non avessero ancora ricevuto i modelli precompilati di pagamento a recarsi presso l’Ufficio Tributi del comune, oppure telefonare al numero 079 9142392.
Dopo le proroghe che avevano rinviato il termine di versamento della maggiorazione a favore dello Stato, il Consiglio comunale ha a suo tempo deliberato la modifica delle scadenze delle ulteriori rate, allo scopo di alleviare, sotto le festività natalizie, il carico fiscale delle nostre famiglie, già alle prese con il pagamento di mutui e bollette varie.
Praticamente la Giunta comunale ha stabilito che le rate successive alla prima avranno le seguenti scadenze: la seconda il 24.02.2014, la terza il 24.03.2014 e la quarta il 24.04.2014
La scelta di attendere l’invio ai contribuenti dei modelli F24 precompilati sino alla scadenza ultima di approvazione del bilancio di previsione ha comunque dato i suoi frutti: la Commissione regolamenti ha potuto lavorare con serenità, metabolizzando le numerose modifiche legislative, valutando i suggerimenti pervenuti dall’ufficio finanziario e tributi, trasmettendo al Consiglio Comunale una proposta di deliberazione pienamente condivisa da tutti i consiglieri, compreso il gruppo di minoranza guidato dal consigliere Pietro Biosa. L’Amministrazione comunale, che guido da quasi nove anni, è sempre stata sensibile al problema delle tasse locali: nonostante i continui e non più sostenibili tagli ai trasferimenti statali e regionali. Anche per il 2013 i contribuenti e i CAAF locali non hanno dovuto districarsi con nuove tasse, come addizionali IRPEF e mini-IMU, ed hanno beneficiato, ancora una volta, delle aliquote IMU e TARES più basse dell’isola, e forse dell’intero “stivale”.
A fine febbraio, dopo la partecipazione dei funzionari comunali ad un corso di qualificazione ed aggiornamento, prevediamo di tenere un’assemblea pubblica, nella quale verranno illustrate tutte le novità in materia di tributi locali, nella speranza che il governo centrale, nel frattempo, non cambi per l’ennesima volta le carte in tavola confondendo ulteriormente il povero e dissanguato contribuente.

Facebook
Sei di Pozzomaggiore se… è l’ultimo strillo della moda in materia di comunicazione. Lontani anni luce da quando per comunicare, doppiando distanze anche minime, si utilizzavano i piccioni viaggiatori, corrieri speciali, segnali di fumo degli indiani delle riserve.
Oggi abbiamo a disposizione quel grande dono di Dio che è internet che con tutte le sue immense e sbalorditive ramificazioni ci consente di comunicare fra noi in pochi decimi di secondo coprendo immense distanze.
Galoppa allegramente verso un sicuro successo e sta appassionando tanti pozzomaggioresi l’invenzione di un amatore sassarese alla quale hanno aderito centinaia di nostri concittadini che stanno rievocando momenti di vita paesana recenti e non, facendo rivivere virtualmente personaggi che hanno segnato la storia di Pozzomaggiore, dal più umile al letterato, dal contadino al pastore, dal fabbro al falegname, dal barbiere al muratore, dalla maestra Mele al maestro Soro, da Don Peppino a Don Costanzo a padre Quintino, da “Barrodde” a tia Maria Pirrai, da “Fido” a “Cellina”, dal sindaco Cossu al sindaco Pischedda e via di seguito.
Un momento di incredibile e coinvolgente comunione, un modo bellissimo per far conoscere Pozzomaggiore, i suoi abitanti, la sua cultura. Utilizziamolo bene e per il bene, e ricordiamoci che siamo di Pozzomaggiore se ne rispettiamo la natura, l’ambiente, i monumenti e le piazze, le persone e le tradizioni.
Mostriamo al mondo tutto ciò che, orgogliosamente e con grandi sacrifici, abbiamo saputo costruire in tanti anni che hanno visto Pozzomaggiore crescere.
Sei di Pozzomaggiore se sai essere un pozzomaggiorese DOC e collabori al suo progresso.

Turismo
E’ intenzione dell’Amministrazione comunale impegnarsi ancora di più per creare i presupposti perché si realizzi quel sogno di avere un turismo sostenibile, che potrebbe dare un’abbondante boccata di ossigeno alla nostra economia attualmente derivante quasi esclusivamente da quello che ne è il volano: la pastorizia.
La pratica dell’agricoltura purtroppo… fu!
“Attirare” il turista nel nostro paese, procurare di farlo star bene accogliendolo e trattenendolo non solo per un giorno nella visita guidata per fargli conoscere le nostre realtà culturali, gastronomiche, la nostra storia. Ciò creerebbe un’economia positiva con effetto domino, con un ritorno sicuro in maniera esponenziale.
Ecco perché sarebbe necessario accrescere le dotazioni del nostro Museo del Cavallo, del Museo del Grano di prossima inaugurazione, dell’esposizione degli animali imbalsamati, della casa della Serva di Dio Edvige Carboni.
Vi invitiamo a mettere a disposizione ciò che tenete in sonno nelle vostre soffitte (ad esempio: selle, briglie, attrezzi per la lavorazione del grano e del pane, animali imbalsamati, oggetti appartenuti alla Serva di Dio Edvige Carboni comunicandone la disponibilità al Comitato) e concederli in comodato al Comune che si impegna a custodirli e a restituirli quando li richiederete.
Grazie della collaborazione.

Lavori pubblici
Cantieri comunali. A giorni apriremo un cantiere per la cura del verde pubblico, finanziati per 57.000,00 euro dai fondi del bilancio consentiranno di impiegare un geometra e 7 operai per trenta giorni in due turni… su pane, su pane…
Piano Particolareggiato del Centro Matrice. E’ alle battute finali la redazione del Piano Particolareggiato del Centro Matrice in adeguamento al P.P.R. curato dall’ing. Fabrizio Cioccolo, finanziato parte dal Comune e parte dalla Regione. La farraginosità delle leggi di settore è alla base dei ritardi che hanno creato difficoltà importati ai cittadini che richiedevano di effettuare interventi di ristrutturazione nelle abitazioni del Centro Storico.
Lavori in corso.Il campo sportivo è stato interessato da interventi di efficientamento energetico con l’installazione di pannelli fotovoltaici per una potenza di oltre 6 Kw, mentre nel Galoppatoio stiamo installando un palo eolico, primogenito di interventi che presto verranno realizzati presso altre strutture pubbliche. I lavori sono eseguiti dalla ditta New Energy srl di Mariano Cazzari per l’importo complessivo di euro 26.824,00.
Intanto sono in corso i lavori di razionalizzazione e adeguamento della palestra comunale a cura dell’impresa Edil Kosar di Sassari su progetto dell’ing. Mariangela Ligios.
Sono stati appaltati i lavori di ristrutturazione e adeguamento del Salone di Santa Croce alla dita CO.GE.DI. Costruzioni di Olbia progettati dall’arch. Sabrina Aranzanu.
Sono in corso di esecuzione i lavori di ristrutturazione di abitazioni da assegnare a canone sociale su progetto dell’ing. Maddalena Idile curati dall’impresa Fenu Costruzioni.
Sono invece finiti i lavori di rifacimento della copertura del maneggio coperto del galoppatoio su progetto dell’ing. Cuccuru Peppino Responsabile dell’Ufficio Tecnico, con fondi comunali.
Il 3 febbraio riprenderanno i lavori di costruzione della palestra del Liceo.
Altre opere finanziate saranno date in appalto non appena liberati dai vincoli del patto di stabilità che n on ci consente di utilizzare i fondi che abbiamo a disposizione.

Notizie a cura di Tonino Pischedda, Sindaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.