1995-2017: un bilancio dei miei 22 anni in mezzo a voi

Ormai siamo arrivati al mio 22° anno di permanenza in mezzo a voi e credo opportuno ricordare qui quanto è stato fatto in questi lunghi anni.
– Sbancamento e realizzazione della strada per salire a Monte Rughe, dove si è innalzata una Santa Croce in ferro alta 9 mt. in occasione dell’ANNO SANTO del 2000.
– Messa in opera dell'”orologio” sul campanile, con 4 quadranti illuminati internamente.
– Sistemazione della Casa Parrocchiale, compresi tetto, intonaco, infissi, impianto elettrico tutti nuovi; e realizzazione dell’annesso giardino.
– Sistemazione del Piazzale San Pietro, con recinzione e statua Sacro Cuore.
– Restauro e apertura della Chiesa del Convento.
– Sistemazione della Chiesetta di Santa Maria e creazione intorno di una zona verde, con un parco invidiabile, aperto a tutti coloro che amano il verde e la pace, che aiutano la vicinanza con il Signore e la Vergine Maria.
– Sistemazione del Castello di Santa Croce, con impianto elettrico e infissi nuovi, prima regno dei piccioni, e la sistemazione del Salone Santa Croce in collaborazione con l’Amministrazione Pischedda. E l’impianto sul terrazzo di un sistema fotovoltaico di 20 kw. Apertura giornaliera della Chiesa di Santa Croce. Restauro Babbu Mannu e sistemazione adeguata per la venerazione.
– Realizzazione della Casa-Museo della Venerabile Edvige Carboni, in massima collaborazione con il suo Comitato.
– Completamento del restauro delle cappelle, e relative statue, nella Parrocchiale di S. Giorgio.
– Il giornalino parrocchiale “COMUNITÀ”, con uscita mensile, come collegamento con le famiglie, e per conoscenza delle varie iniziative.
– Pranzo Comunitario settimanale per persone sole, con tanto volontariato – che ringrazio – ma che purtroppo in questo ultimo anno abbiamo sospeso considerato il ridotto numero degli interessati.
– Trasmissione su RAI 1 della Celebrazione Eucaristica dalla Chiesa Parrocchiale di San Giorgio, la domenica 15 settembre 2013.
– Creazione dell’ORATORIO nel nuovo centro di Aggregazione, con un folto numero di collaboratori che fino adesso hanno lavorato fianco a fianco a me con tanto entusiasmo e spirito di sacrificio, convinti dell’importanza dell’opera, e che ringrazierò per sempre della loro collaborazione e testimonianza che mi hanno dato.
– 2 Sacre Rappresentazioni della Passione di Cristo, con abiti d’epoca sapientemente confezionati da volontari e lasciati in dotazione alla Parrocchia.
– Installazione della Radio Parrocchiale, con grande servizio soprattutto per gli ammalati. Installazione delle campane elettroniche in Convento, Santa Maria e in San Giorgio.
– Restauro delle chiese del Convento, di Santa Maria e completamento di San Giorgio.
– Impianto di video-sorveglianza nella Chiesa parrocchiale di san Giorgio.
Queste le cose materiali più significative. Relazionare su quelle Spirituali è un po’ difficile, perché non si può quantificare. Lo sa il Signore. Mi piace però mettere in risalto qualche cosa: ho cercato di dare sempre importanza alla Liturgia e alla Messa Comunitaria della Domenica. Inoltre… ho salvato una festa che stava scomparendo: la Festa della Madonna della Salute. L’ho salvata spostandola alla sera, e impostandola nel migliore dei modi come si fa attualmente. I viaggi ai vari Santuari… compreso quello di Medjugorje, con l’impegno di preghiera mensile ogni 25 del mese. Il resto lo sa il Signore ed è nelle sue mani. Tutto fatto per amore del Signore e spirito di servizio a questa Comunità di Pozzomaggiore.
Che cosa non sono stato capace di fare? tantissime cose: per incapacità, e forse anche per negligenza e per questo ve ne chiedo scusa…

P. Quintino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.