Presentate le linee programmatiche del Sindaco

Nella seduta dell’11/8/2000 il sindaco Fara, nel rispetto delle disposizioni legislative, ha presentato al Consiglio le linee programmatiche di quanto intende realizzare nel corso del mandato politico amministrativo, documento che richiama sostanzialmente le medesime proposte dibattute e chiarite in campagna elettorale.

Il sindaco conferma la propria volontà per l’istituzione di una consulta permanente che dovrà studiare e mettere in campo iniziative comuni, restando fermo l’impegno personale e lo spirito di servizio nei confronti della cittadinanza dove il presenzialismo sarà una caratteristica qualificante e gratificante per le energie sottratte agli interessi personali, al lavoro e alla famiglia.
Sottolinea la volontà di lavorare per la scuola, la cultura, l’assistenza sociale e sanitaria, lo sviluppo delle attività produttive, l’allevamento, l’edilizia e l’artigianato e il commercio per favorire l’occupazione attraverso progetti mirati eventualmente da realizzare in collaborazione e sintonia con le realtà locali viciniore.
Curerà la VALORIZZAZIONE del patrimonio archeologico e favorirà il decollo del centro ippico e dell’indotto.
Prevede la realizzazione del centro di aggregazione sociale, curerà gli interventi a favore dell’infanzia, solleciterà l’apertura della casa famiglia.
Per sostenere l’allevamento, settore trainante della nostra economia, provvederà a pianificare il territorio extraurbano con importanti interventi sulla viabilità ed elettrificazione rurale completando la forestazione, provvedendo infine a consegnare il mattatoio finalmente ristrutturato e finito nella nuova linea ovini munita di marchio CEE (e sarà uno dei pochi stabilimenti in Provincia muniti di tale requisito che consentirà il commercio estero delle carni lavorate). L’abbattimento delle barriere architettoniche, il verde pubblico, il decoro dell’abitato l’ottimizzazione della raccolta differenziata dei rifiuti avranno priorità evidenti.
Proseguirà la battaglia per la realizzazione della strada 131-BOSA e la costruzione della piscina comunitaria, battaglie che vinceremo dice il primo cittadino.
Quindi conclude affermando che i 5 anni di amministrazione non saranno facili, ma l’ottimismo, derivata logica dell’impegno e volontà, ci portano a guardare con fiducia al futuro contando in particolare sull’apporto importante e basilare che saprà dare l’apparato burocratico del Comune per offrire ai cittadini servizi rapidi, chiari, uguali ed efficienti e su quello dell’esecutivo aperto e attento supervisionato da un consiglio dinamico e propositivo con lo scopo precipuo di fare tutto per il nostro paese e il territorio.
Ed è quanto vogliamo e auguriamo fermamente, noi lettori di Comunità, Sindaco e a tutti gli amministratori.

Tonino Pischedda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.