I lavori del Consiglio Pastorale

Sabato 13 Aprile 2002 si è riunito il consiglio pastorale parrocchiale, per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:
– organizzazione del mese di Maggio;
– Solennità del Corpus Domini;
_ festa della comunità parrocchiale;
– varie ed eventuali.

Prima di procedere all’esame dei punti all’ordine del giorno il parroco ha proposto di invitare ad una messa di Domenica 21 i cavalieri che partecipano all’ardia prevista per i festeggiamenti di San Giorgio dal momento che, essendo questi impegnati con i cavalli, non partecipano alla celebrazione eucaristica. Si è deciso quindi di invitarli alla Messa delle ore 11 e di contattare il comitato, sia per un parere sia per decidere chi dovrà far pervenire l’invito (parrocchia o comitato) e come (lettera, bando pubblico, ecc.).
Terminata la discussione si è passati all’analisi del primo punto, ossia l’organizzazione del mese mariano. Come ogni anno, tutte le sere alle 17.30 la comunità si incontrerà per la recita del Rosario; non in parrocchia però, ma nella chiesa della Madonna della Salute, sia per venire incontro alle tante persone anziane ed ammalate che risiedono in quella zona come anche per valorizzare una chiesa tanto amata dai pozzomaggioresi.
Sempre con questo spirito, e a partire da questo mese di Maggio, la Messa della Domenica pomeriggio verrà celebrata in questa chiesetta. Vista l’affluenza che solitamente caratterizza la messa prefestiva si è ritenuto opportuno svolgere tutte le celebrazioni dei vari sabati in parrocchia.
Sempre a Maggio poi troviamo il triduo e la festa di Santa Rita da Cascia. Il primo si svolgerà nella chiesa del Convento mentre le Messe del vespro e del giorno verranno celebrate in parrocchia. La sera della festa poi si riaccompagnerà in processione la statua della Santa nella sua chiesa. Nulla è stato deciso circa un’eventuale processione anche nel giorno del vespro per accompagnare il simulacro in parrocchia.
Il 31 Maggio, a conclusione del mese mariano, si terrà la solita fiaccolata, alle ore 20.30. Infine si è dato mandato ai catechisti perché animino con i loro ragazzi la recita del Rosario.
Terminata l’analisi del punto precedente si è passati a parlare della Solennità del Corpus Domini. In un primo tempo si era pensato di fare la processione attraverso le vie della zona del cimitero e delle case popolari, quando, negli ultimi giorni, si è presentata una novità: gli abitanti di questo rione, visto il crescere del numero dei morti giovani nella zona, hanno espresso la volontà di collocare lì una statua raffigurante la Madonna. Il parroco, visto che nelle vicinanze è già presente una statua intitolata alla Vergine, ha proposto loro di collocarne una del Sacro Cuore di Gesù. Quindi quest’anno verrà celebrata nella zona la Messa pomeridiana e poi sempre per quelle vie si snoderà la processione. La statua dovrà essere collocata in prossimità dei nuovi impianti sportivi e vista la loro imminente ultimazione questa celebrazione servirà anche da inaugurazione degli stessi, dal momento che l’Amministrazione Comunale non intende farne.
Padre Quintino ha pensato che tutti gli anni ci si potrebbe riunire lì per celebrare la Messa pomeridiana nel giorno dedicato al Sacro Cuore di Gesù, o nella Domenica più vicina, e rinnovare così l’atto di consacrazione delle famiglie. Quest’anno quindi le due cose coincideranno.
Per concludere si sono definiti i ruoli dei vari gruppi parrocchiali nell’organizzazione della festa della comunità che si terrà il 9 Giugno a San Pietro: i catechisti si occuperanno dell’allestimento dei vari stand con i giochi, i giovani della serata musicale, i confratelli dell’addobbo del piazzale con bandierine e della gestione di un chiosco con le bibite, mentre la Caritas si preoccuperà dei dolci.
Si è deciso infine di invitare alla festa le altre associazioni presenti in paese.
Si è ritenuto opportuno portare a conoscenza che nei mesi scorsi, grazie all’opera di diversi volontari, il piazzale della chiesetta di San Pietro è stato sistemato: si è recintata la parte posteriore pericolosa, si sono messe a dimora delle piante, sono stati installati quattro lampioni per l’illuminazione dell’area, si sono costruiti tre servizi ed una pista da ballo in cemento antistante il palco.
Le decisioni assunte da questo Consiglio sono state approvate all’unanimità dall’assemblea.

Davide Meloni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.