L’importanza del filo a piombo

Lo sappiamo tutti e ne rileviamo l’importanza dell’uso ogni qualvolta sia necessario verificare quello che i nostri occhi possono vedere solo approssimativamente.
Questo strumento sopperisce quindi a quelli che sono i nostri limiti d’intervento.
L’utilizzo del filo a piombo o altri strumenti simili non è certamente necessario per considerare, ad esempio, l’opportunità che non possiamo assolutamente permetterci di sprecare un bene prezioso come l’acqua, realizzando consumi spropositati in relazione alle necessità contingenti, e da qui le astronomiche bollette recentemente arrivate nelle nostre case, aumentate ahimè anche per via dell’importante ritocco delle tariffe deliberate dall’A.T.O..

Come è vero che non dobbiamo utilizzare il filo a piombo per farci capire quale sia la necessità di ottenere economie di scala utilizzando con parsimonia l’energia elettrica, il telefono, internet, ecc.. Così come non serve il filo a piombo per farci capire che se paghiamo tutti, paghiamo di meno tutti. E ancora, per prendere atto che certe cose serve molto più tempo a dirle che a farle, nel rispetto di quelle elementari norme che regolano il modo di vivere in una comunità.
Con un ulteriore sforzo da parte di tutti e senza l’aiuto del più volte citato strumento, potremmo ottenere, ad esempio, un ottimale servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti. Le ultime statistiche allocano il nostro Comune tra quelli “virtuosi”, esponendo percentuali di raccolta differenziata anche oltre i parametri stabiliti dalla legge, tanto che già da tempo non veniamo interessati a penalizzazioni di sorta ma siamo già nella soglia della premialità.
Questo è quanto, però per poter ottenere il bollino blu di paese ordinato e decoroso, di cittadini rispettosi ognuno dei diritti degli altri, per ottimizzare il nostro intervento nella salvaguardia ambientale, e senza strumenti di sorta, adoperiamoci per separare già in casa i rifiuti nel sistema previsto e conferirli, la carta, il vetro, la plastica, negli appositi contenitori, la frazione organica e gli indifferenziati con il sistema porta a porta.
A breve sarà attivato il sistema di raccolta porta a porta per tutte le tipologie di rifiuti, lo decideremo insieme in una pubblica assemblea che terremo prossimamente. Così potremo realizzare in modo binario senz’altro almeno due cose: ottenere importanti economie di scala da reimpiegare per il decoro del paese, e nel miglioramento del servizio, e ottenere il bollino blu di cittadini attenti ai propri bisogni e a quelli degli altri. E ricordiamoci che nulla è difficile volendo!

Tonino Pischedda, Sindaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.